Fidejussione al rogito: la garanzia di ogni somma versata

La fidejussione o fideiussione è il contratto con cui una persona garantisce con un certo patrimonio (spesso in denaro) l’adempimento di un’obbligazione contratta con un altro soggetto. Le tipologie di fideiussione sono diverse, tutte regolamentate dall’articolo 1936 del Codice Civile: di norma si distingue fra fideiussione assicurativa e fideiussione bancaria, differenziando, quindi, in base all’istituto di credito con il quale si è stipulato il contratto. In questo caso, qui, vogliamo parlare di fideiussione bancaria, che è la forma di garanzia di pagamento che si fa perlopiù quando si parla di acquisto di immobili.

Ovviamente le tipologie di fideiussioni sono diverse, così come lo sono anche le aziende con le quali si stipulano: c’è chi riduce all’osso le garanzie e chi invece preferisce dare il massimo servizio, come Residenza del Futuro che offre un ventaglio di garanzie sulle abitazioni e gli impianti anche per un periodo successivo alla consegna della casa.

Fideiussione e settore immobiliare

Lo scopo della fideiussione bancaria nel settore immobiliare è quello di avere la garanzia di un pagamento di una casa, o parte di essa (di un anticipo ad esempio). Non è necessario, infatti, che questa forma di garanzia interessi tutto l’immobile. Il creditore (l’acquirente della casa) si tutela nei confronti del proprio debitore, cioè il costruttore, mettendo di mezzo una banca.

Sarà questa, che nel caso l’azienda di costruzioni non adempisse ai suoi doveri o fallisse, che se la vedrà direttamente con l’agenzia di costruzioni immobiliari, restituendo la somma versata al creditore senza che quest’ultimo debba andare a pretendere denaro da quella. Alla base del concetto c’è una responsabilità solidale che debitore e fideiussore (banca) hanno nei confronti del creditore. Lo stesso, tuttavia, deve fare richiesta della restituzione del denaro entro sei mesi da eventuali scadenze, altrimenti tale contratto si considera decaduto.

Quando e come si fa una fideiussione sicura?

Uno dei casi più diffusi in cui oggi si fa la fideiussione è l’acquisto di case cosiddette “sulla carta” per cui, di norma, si procede versando una caparra confirmatoria, per bloccare la casa, versando il restante al rogito, coincidente con la consegna dell’alloggio. Secondo la legge, il costruttore consegna all’acquirente della casa una fideiussione al momento del preliminare di compravendita, che serve allo stesso in caso di fallimento o altre problematiche.

Quando si acquista una casa ancora in costruzione, o addirittura su carta, è bene informarsi sull’impresa, sulla sua storia, sulle sue attività, facendo anche una visura camerale, informandosi anche sui dettagli della costruzione. Un’azienda seria si riconosce perché rilascerà una polizza fideiussoria, per garantire ogni somma rilasciata dall’acquirente dall’inizio fino al rogito. Inoltre registrerà ogni contratto preliminare effettuato di volta in volta.

Residenza del Futuro, brand serio e affidabile, da tempo ha già messo in vendita immobili domotici a risparmio energetico a elevato standard “su carta”, garantendo da sempre l’erogazione di una polizza fideiussoria in tutta trasparenza. Qualche giorno fa in occasione dell’Open Day per le case in vendita Magenta (in una posizione strategica ricca si servizi e nel verde appena fuori Milano), ha reso visitabili alcuni appartamenti per cui il rogito ormai è alle porte.

Le garanzie tuttavia, in questo caso non si fermano qui, infatti l’azienda ha garantito agli acquirenti una polizza per danni all’opera per altri dieci anni da questo momento, che coprono le strutture e gli impianti. Una bella garanzia, che se si somma al fatto che si tratta di edifici Nzeb, cioé che si pagano da soli, grazie al risparmio alto in bolletta, rende questi immobili davvero convenienti.