Tutto quello che non deve mai essere buttato nello scarico

  1. Peli e capelli. Se non volete dover chiamare in continuazione la ditta di autospurgo a Roma, allora ricordate che nello scarico del lavandino non devono finire peli e capelli che creano un groviglio all’intero della tubatura.
  2. Carta igienica. La carta igienica non deve finire nello scarico se avete un pozzo nero. procurate un cestino da mettere in bagno per raccogliere la carta usata oppure acquistate d’ora ina vanti carta igienica bio.
  3. Residui di cibo. Non buttate gli avanzi di cibo nel gabinetto poiché riempiono il pozzo nero e dovete chiamare la ditta di autospurgo a Roma: i residui vanno gettati nella spazzatura in base alle regole del vostro comune in merito alla raccolta differenziata.
  4. Colle e vernici. Fate attenzione con prodotti tossici come colle e vernici che andrebbero sempre portate solo nelle discariche autorizzate al loro smaltimento. Queste non devono finire nello scarico perché potrebbero disturbare il delicato equilibrio batteriologico che consente la parziale depurazione dell’acqua.
  5. Oggetti estranei. Nessun oggetto deve finire nello scarico: pannolini, assorbenti, preservativi, mozziconi, dischetti per il trucco etc. devono essere gettati nelle immondizie e non nel wc.
  6. Olio di cottura. Gli oli di cottura non vanno versati nel lavandino perché il rischio è che si solidifichino nel tubo, creando un ingorgo che richiede l’intervento di un autospurgo a Roma.
  7. La tavoletta rinfrescante per il wc. Non usate una di quelle tavolette da attaccare al wc per profumarlo a ogni sciacquo. Quando sono quasi finite, si staccano del tutto e vanno a finire nello scarico dove potrebbero o incastrarsi oppure andare a finire nel pozzo nero, creando problemi all’equilibrio batterico.
  8. Prodotti per la pulizia. Tutti i prodotti che usate per pulire la casa, vanno a finire nello scarico assieme all’acqua sporca e possono esserci delle sostanze chimiche al loro interno, le quali potrebbero avere un effetto corrosivo usi vostri tubi. Nel caso in cui si dovesse formare un ingorgo, meglio non usare mai prodotti spurganti che potrebbero creare dei problemi alle tubature, nonché al pozzo nero come descritto sopra.